- L'Aguzzoli Condor

AGUZZOLI CONDOR : IL CARRO DAVANTI AI BUOI

1w ago

215

Tra il finire degli anni '50 e l'inizio degli anni '60 le aziende automobilistiche britanniche avevano dimostrato come fossere performanti le vetture da competizione a motore posteriore.

La sezione frontale

Tale soluzione meccanica attirò l'attenzione dell'ex collaudatore Ferrari Luigi Bertocco e dei fratelli Aguzzoli, i quali decisero di realizzare una delle prime coupè sportive italiane dotate di motore posteriore.

La sezione laterale

Denominata Condor e progettata dagli ex ingegneri Maserati Giorgio Neri e Luciano Bonacini, era basata su di un telaio tubolare in acciaio ricoperta da una carrozzeria in vetroresina realizzata da Pietro Drogo.

La sezione posteriore

Come propulsore implementava un quadricilindrico Alfa Romeo 1.6 8V da 112 cv gestito da un cambio manuale Hewland a cinque rapporti.

L'abitacolo

Portata in gara nel 1963, la vettura corse in diverse cronoscalate ma non riuscì a completare la sua gara più importante, la 1000 Km di Monza del 1964 valida per il World Sportscar Championship.

Grazie a Valentina Zanola e Alessandro Renesis per la cooperazione

New Love food? Try foodtribe.

Join in

Comments (0)
    0