Ares S1 Project arriva con un V8 aspirato e un piccolo campanello d'allarme

Aaaaaaah, quel Dany...

33w ago
1.1K

L'evoluzione del mercato automobilistico è stata molto rapida e molto netta negli ultimi anni. Quel che succede è sotto gli occhi di tutti e anche se ognuno ha tempistiche diverse nell'accettarlo, almeno per adesso, la direzione è tracciata: SUV e elettrico, elettrico e SUV. Non c'è altro. Se andiamo ad analizzare le notizie auto degli ultimi 5 anni troveremo una lunga, lunga lista di modelli sacrificati per questo motivo e, questa è la parte che mi irrita di più, questo è ancora più evidente in Europa. L'ultimo esempio, senza dover andare lontano, è la Nissan Z Proto, che probabilmente verrà chiamata Z400 nella sua versione di produzione, che non arriverà in Europa.

Auto come la Ares S1 Project sono, per ora, una delle poche eccezioni che riescono a sfuggiare alle feroci dinamiche di mercato perché vengono realizzate in numeri molto limitati e con prezzi altissimi. Auto così ci saranno sempre ma non so per quanto ancora saranno prodotte con motori a benzina, quindi godiamocele. Comunque, Ares S1 è qui, quindi tanto vale parlarne.

Si tratta di una supercar italiana, prodotta a Modena, che sarà presentata al Salon Privé di Blenheim Palace in Inghilterra la prossima settimana. La produzione, limitata a 24 esemplari, sarà avviata nel gennaio 2021.

Del propulsore (centrale) si sa che è un V8 aspirato da 715 cavalli, l'azienda non ha rilevato chi lo produce, capace di spingere l'auto da 0 a 100 in 2.8 secondi. La trazione è solo posteriore e il cambio è un doppia frizione a 8 marce. Si tratta di una vettura artigianale, nel senso letterale del termine, e gli interni sono costruiti con ampio uso di carbonio, alluminio, pelle Nappa e Alcantara.

Ares Design, quest'informazione potrebbe far scattare qualche campanello d'allarme a qualcuno, è stata fondata nel 2014 da Dany Bahar, quello che qualche anno fa aveva anticipato cinque Lotus mai realizzate e che Lotus ha poi trascinato in tribunale (e viceversa), che è anche l'amministratore delegato dell'azienda. Mmmh.

Join In

Comments (0)

    0