Arriva la nuova Mercedes Classe S e (per adesso) ci sono solo 6 cilindri

Il trend è sempre lo stesso, meno cilindri, più potenza ed efficienza

3w ago

1.5K

La mannaia degli standard europei per le emissioni si abbatte su ogni veicolo (quasi) senza eccezioni, certamente non è possibile sfuggirne per auto prodotte in serie, ed è per questo che l'assenza di V8/V12/W12 sulla nuova Mercedes Classe S non è sorprendente.

La W223 Classe S, la settima generazione della berlina di alto rango prodotta dal 1954 (anche se il nome "S" viene utilizzato solo dal 1972) è anche la seconda versione ad essere prodotta sulla piattaforma modulare MRA ed utilizza sospensioni multi-link che si regolano automaticamente adattandosi alla velocità. Rispetto alla versione precedente, aumentano spazio per la testa (16 mm), per le gambe (41 mm), capacità del baule (+20 litri) e migliorano il sia il coefficiente aerodinamico che le prestazioni.

La mia critica principale non riguarda il propulsore, ora ci arriviamo, quanto l'aspetto estetico, non perché la reputi brutta ma semplicemente perché col "family feeling" adesso si esagera. Anche in questo caso però si tratta di un elemento dovuto ai tempi che corrono. Le auto di oggi sono costruite su piattaforme modulari che vengono utilizzate dalle case per una carrellata di modelli di dimensioni variabili. Una volta distinguere Classe C, E e S era molto semplice, oggi lo si fa col goniometro. Per me, dal punto di vista estetico, Classe S ha raggiunto il picco con W221, imponente, maestosa, comodissima. Ma quello era ieri, oggi è oggi, e oggi la Classe S è questa. Ci faremo l'occhio. E poi non è che sia brutta.

Tutti i modelli offerti a parte la S 350 d sono equipaggiate con il sistema a quattro ruote motrici di Mercedes, il 4MATIC, e tutti i propulsori a benzina sono abbinati a un piccolo motorino elettrico di 48V che viene utilizzato in piccola parte per aumentare la potenza ma soprattutto per gestire cose come il motorino d'avviamento, il clima e in generale tutti quegli elementi che succhierebbero un po' di energia al motore a benzina.

Ad oggi sono disponibili quattro versioni, tutte a 6 cilindri in linea, con i motori a benzina da 2999 cc e quelli diesel da 2926 cc, con potenze rispettivamente di 389/451 e 286/330. La coppia è di 750/770 e 600/700 Nm. Nel caso dei motori benzina, questi valori tengono conto dei 22 cavalli e 250 Nm extra apportati dal motorino elettrico. La buona notizia è che un V8 arriverà (assieme a un ibrido plug-in) entro la fine del 2021. Tutti i propulsori sono abbinati al cambio automatico a 9 marce sviluppato da Mercedes stessa.

Gli interni sono al 100 % Classe S, nel senso che sono ultra-comodi e ultra-ampi, ma rispetto al passato c'è forse un po' più d'attenzione per il guidatore. Si sa che storicamente la Classe S è considerata un'auto acquistata da chi poi non la guida, perché c'è l'autista, ma il nuovo cockpit è abbastanza guidatore-friendly con il nuovo sistema MBUX con display verticale da 12.8 pollici + uno da 12.3 per il quadro strumenti. Il sistema MBUX funziona bene, molti lo ritengono uno dei migliori in circolazione e per la mia esperienza lo ritengo certamente superiore al sistema Audi e soprattutto a quello BMW. C'è anche il fastidiosissimo "Hey Mercedes", molto gradito dai consumatori a quanto pare.

Sono ovviamente presenti (optional) display per il poggiatesta e come da prassi, sono presenti una tonnellata di ADAS incluse 22 (!) telecamere e sensori tra cruise control adattivo, frenata d'emergenza e così via. Solo per il mercato tedesco (per ora) è prevista la guida autonoma livello 3 a partire da fine 2021.

Prezzi? Alti. Non meno di €100.000 anche se ancora non ufficializzati per tutti i mercati. Per me il vero capolavoro di Mercedes con la Classe S, parlo in termine generale, è aver costruito un'auto che viene acquistata da tassisti, NCC e varie altre categorie lavorative di questo tipo e allo stesso tempo da sceicchi.

In qualunque settore, non solo in quello auto, è molto, molto difficile creare un prodotto che si venda come il pane rimanendo però esclusivo. E per me il fatto che io possa andare a Berlino e salire su una Classe S taxi mentre magari leggo di una rivista che compara la Classe S con una Rolls-Royce (sta succedendo proprio in questi con la nuova Ghost) è pazzesco. Non riesco a pensare ad altri brand che ci siano mai riusciti in era moderna. Certamente non in maniera consistente e continua per decenni come fa Mercedes. Quindi giù il cappello.

Join In

Comments (5)

  • la regina delle super berline è tornata! @tribe

      27 days ago
  • Il frontale e la linea sono riusciti, li apprezzo molto. Non apprezzo il posteriore AUDI e i due iPAD montati sul cruscotto per scimmiottare TESLA.

      27 days ago
    • il cruscotto digitale e display integrati in un'unica fascia come per esempio sulla CLS sono più discreti, così sono un po' troppo in vista

        27 days ago
  • Oooooooooooohhh

      27 days ago
Loading...
Loading...
5