Auto eccentriche come MILITEM FERŌX potranno salvarci dalla noia

Le auto sono sempre più tutta sostanza e poco divertimento, stiamo esaurendo le opzioni: prestazioni e auto anomale sono l'unica soluzione

I primi giorni in un posto nuovo sono sempre strani. Ogni angolo e dettaglio sembra straniero e alieno ma il feeling cambia molto in fretta. Un giorno procedi a tentoni in cerca di un caffè e il giorno dopo ti districhi tra le strade come se vivessi lì da sempre. La stessa cosa accade con MILITEM Ferox* che, non c'è da girarci intorno, rimane un mezzo molto grosso e ingombrante.

Il brand è MILITEM ma partiamo dal modello. Ferox è basato sul Jeep Wrangler JL Unlimited, disponibile sia in versione Sahara che Rubicon, ma MILITEM ha apportato alcune modifiche. Le sospensioni sono modificate e regolabili, ci sono nuovi paraurti anteriori e posteriori, doppio scarico, pedane automatizzate con LED e cerchi da 20 pollici avvolti in enormi pneumatici off-road da 35 pollici.

Ferox è tecnicamente cabrio, nel senso che è possibile rimuovere il tetto per guidare a cielo aperto. La brutta notizia è che i pannelli vanno rimossi e riposti da qualche parte ed essendo molto ingombranti è difficile farli stare nel baule. Si può fare ma bisogna rinunciare ai sedili posteriori e bisogna essere molto bravi a Tetris.

Sotto il cofano c'è un 2 litri turbo da 272 cavalli e 400 Nm di coppia o, in alternativa, è possibile anche avere un 3.6 litri V6 Pentastar ma francamente il 2 litri ha più senso, i dati prestazionali sono simili e questo consuma meno. So che qualcuno mi darà del matto perché su un mezzo del genere magari non serve ma l'ho guidato per circa 1.500 km con una media di 10 L / 100 km. Non è male per un mezzo così grosso e con ruote così estremizzate. E a proposito, piace molto a Fred il Border Collie.

Anche gli interni sono stati rivisti con nuovi rivestimenti in pelle e Alcantara e il marchio MILITEM ricamato qui e là. Devo dire che il navi e infotainment Jeep è migliore di quel che ricordassi e, visto che a conti fatti Wrangler rimane un mezzo nato per il fuoristrada, sono presenti sotto-menu, Jeep li chiama Off-Road Pages, con indicazioni riguardo ad angolo d'attacco e uscita, temperature e pressione dell'olio e così via.

Il mondo dell'auto è sotto torchio, stretto nella morsa delle regolamentazioni con istituzioni internazionali che dettano ogni mossa e schiacciano la nostra sete di cavalli e divertimento. I costruttori stanno esaurendo le opzioni.

Nel mercato odierno la forma segue la funzione ma entrambe devono rendere conto alle regole. Le restrizioni sulle emissioni e le regole per la sicurezza dettano ogni mossa e ogni dettaglio di (quasi) ogni auto prodotta. Tutto, dalla cubatura del motore alla forma del paraurti, viene espressamente concepito per aderire a una lunga e stringente lista di regole ed è quindi molto difficile essere creativi con un grande fratello istituzionalizzato che guarda ogni tua mossa.

Loading...

Tecnicamente MILITEM non è un costruttore. Venne creato nel 2017 dal Gruppo Cavauto, importatore e rivenditore per l'Italia di brand statunitensi fondato dall'imprenditore italiano Hermes Cavarzan nel 1980. MILITEM costruisce le auto e lo fa in serie limitata, il che rende più semplice esprimersi facendo cose come montare enormi pneumatici da fuoristrada. E un wide body kit. E interni migliorati.

E questo è quel che fanno. Ha senso? Più o meno. È pratica? Non proprio. Ci serve? No. Ci piace? Perché no. Appunto. La chiave è quella.

*il nome ufficiale è FERŌX

Join In

Comments (3)

Loading...
Loading...
3