Enzo Ferrari, nella sua lunga carriera di costruttore di automobili, ha realizzato una moltitudine di autovetture dal design bellissimo che ancora oggi sono pietre miliari del design automobilistico.

Eppure l'auto che secondo lui era "la più bella mai costruita" fu una Jaguar derivata dalla leggendaria E-Type, la Low Drag Coupé del 1962.

Progettata come versione da competizione dell'apprezzatissima sportiva britannica, la vettura era basata su di un telaio in acciaio ricoperto da una carrozzeria aerodinamica in alluminio.

Come propulsore era stato montato un esacilindrico 3.8 12V da 300 cv di potenza gestito da un cambio manuale a cinque rapporti ed abbinato alla trazione posteriore.

Rimasta in unico esemplare, la Low Drag diede origine alla piccola serie di Jaguar Lightweight E-Type costruite tra il 1963 e il 1964 ma molti estimatori dell'azienda britannica avrebbero voluto una produzione in serie del mezzo.

Per porre rimedio a questo è intervenuta nel 2013 la Eagle, la quale ha realizzato una variante modernizzata del veicolo denominata Low Drag GT.

Identica alla Low Drag originale, la GT era assemblata completamente in maniera artigianale in circa 6000 ore di lavoro ed implementava un nuovo propulsore esacilindrico 4.7 24V da 310 cv che le permetteva di raggiungere la velocità massima di 265 km/h con accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi.

Oltre al nuovo motore vennero inoltre installati freni a disco sportivi costruiti dalla AP Racing ed ammortizzatori regolabili Ohlins.

TEST DRIVE DELLA LOW DRAG GT

Loading...

VERDETTO

Venduto alla cifra di 730.000 Euro, il veicolo era inoltre dotato dei più moderni optional tra cui servosterzo elettrico, aria condizionata, finiture in pelle e navigatore satellitare.

Grazie a Valentina Zanola per la cooperazione

Loading...
New Love food? Try foodtribe.

Join in

Loading...
Comments (0)
    Loading...
    Loading...
    Loading...
    0
    Loading...