Da quando è tornata in Formula 1 come motorista la Honda è stata abbondantemente criticata in quanto i suoi propulsori si sono dimostrati per lungo tempo estremamente inefficaci.

La McLaren MP4-30 ha segnato il ritorno della Honda come motorista in Formula 1, ma le prestazioni della vettura sono state catastrofiche

La McLaren MP4-30 ha segnato il ritorno della Honda come motorista in Formula 1, ma le prestazioni della vettura sono state catastrofiche

Quest'anno la tendenza pare essersi invertita vista l'ottima prestazione avuta sia dalla Red Bull che dalla Toro Rosso.

RED BULL RB15

Per il 2019 la Red Bull era determinata a dimostrare la propria competività a Mercedes-Benz e Ferrari proponendo numerosi aggiornamenti aerodinamici sulla sua nuova RB15.

La sezione frontale

La sezione frontale

Progettata da Adrian Newey , la vettura era basata su di un telaio con struttura a nido d'ape in fibra di carbonio ed impiegava come propulsore il nuovo Honda RA619H V6 1.6 Turbo da 940 cv gestito da un cambio sequenziale ad otto rapporti.

La sezione laterale

La sezione laterale

La vettura si è dimostrata estremamente competitiva, ma il problema principale si è rivelato il secondo pilota. Pierre Gasly prima e Alexander Albon poi sono sempre arrivati in zona punti ma non hanno mai raggiunto il podio precludendo alla scuderia austriaca un miglioramento della propria posizione in classifica finale.

La sezione posteriore

La sezione posteriore

Se la squadra avesse avuto un altro pilota del calibro di Max Verstappen, che ha ottenuto ben tre vittorie e tre giri veloci, forse la squadra avrebbe potuto agevolmente scalzare la Ferrari dal secondo posto in classifica visti gli errori dei piloti e la completa imbecillità dello strategy group italiano.

TORO ROSSO SRT14

Quello della Toro Rosso è stato invece uno dei mondiali migliori a cui abbia mai partecipato, riuscendo a bissare il risultato ottenuto nel 2008 quando Sebastian Vettel vinse il GP di Monza.

La sezione frontale

La sezione frontale

James Key si è occupato di realizzare la nuova SRT14 riutilizzando numerose soluzioni tecnologiche tratte dalla Red Bull RB14 ed il motore è il medesimo Honda RA619H V6 1.6 Turbo da 940 cv di potenza abbinato ad un cambio sequenziale ad otto marce montato sulla Red Bull RB15.

La sezione laterale

La sezione laterale

Daniil Kvjat si è dimostrato abbastanza continuo con i risultati riuscendo anche ad ottenere un miracoloso terzo posto durante il rocambolesco GP di Germania ma l'impresa maggiore è stata compiuta dal degradato Pierre Gasly.

La sezione posteriore

La sezione posteriore

Il pilota francese , declassato dalla Red Bull a metà stagione in favore di Alexander Albon a causa dei scarsi risultati, è riuscito infatti a riprendersi conquistando anche un secondo posto al GP del Brasile vincendo un duello sul filo del rasoio con la Mercedes-Benz di Lewis Hamilton.

La sezione superiore

La sezione superiore

Tale risultato gli ha consentito di arrivare più in alto in classifica rispetto ad Albon , prendendosi una meritata rivincità sul suo ex team.

VERDETTO

L'incredibile progressione della Toro Rosso mi ha esaltato, ma a voi cosa è piaciuto di più delle vetture con motorizzazione Honda?

Grazie a Valentina Zanola e Alessandro Renesis per la cooperazione

Loading...
Loading...
New Love food? Try foodtribe.

Join in

Loading...
Comments (6)
    Loading...
Loading...
Loading...
Loading...
6
Loading...