Nel 1948 la Scuderia Ferrari stava cercando di affermarsi nel settore delle competizioni automobilistiche e per questo motivo sviluppò i nuovi modelli 166 derivati dall'originale 125 S del 1947.

La vettura, declinata in varie versioni, fu una delle auto sportive più prestazionali dell'epoca riuscendo ad aggiudicarsi eventi prestigiosi come la Targa Florio, la Mille Miglia e la 24 Ore di Le Mans.

La fama della 166 è perdurata nel tempo , tanto che nel 1974 ne venne realizzata una variante modernizzata da parte della società svizzera Felber.

Questa azienda era stata fondata a Morges nel 1960 dall'imprenditore Willy Felber e si occupava inizialmente di potenziamento di auto di lusso, ma nel 1974 un cliente fece richiesta per la realizzazione di una vettura ispirata alla Ferrari 166.

Nacque così la Felber FF, una piccola roadster dallo stile vintage che sfruttava il telaio della Ferrari 330 GTC ricoperto da una carrozzeria in alluminio .

Come propulsore era installato un Ferrari Colombo V12 4.0 gestito da un cambio manuale a cinque rapporti ed abbinato alla trazione posteriore.

In grado di generare la potenza di 300 cv con 326 Nm , il motore era in grado di spingere la FF fino alla velocitò massima di 240 km/h con un accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi.

VERDETTO

Interamente realizzata a mano, l'auto venne presentata al Salone di Ginevra ed ottenne un ottimo successo presso il pubblico, tanto che vennero fatti undici ordinativi supplementari di produzione affidati fino al 1975 all'azienda britannica Panther Westwinds.

Grazie a Valentina Zanola e Alessandro Renesis per la cooperazione

Loading...
Loading...
New Love food? Try foodtribe.

Join in

Loading...
Comments (0)
    Loading...
    Loading...
    Loading...
    0
    Loading...