Horst Keinath era un imprenditore tedesco morto nel 2011 che fino all'inizio degli anni '80 aveva lavorato in un concessionario Opel con i propri fratelli prima di aprire nel 1983 un'azienda dedicata alla realizzazione di versioni cabriolèt dei modelli Opel e Vauchall.

Tra il 1997 e il 2000 egli si dedicò invece alla costruzione della sua prima auto denominata GT/R, la quale era una moderna interpretazione della Opel GT in configurazione roadster dotata di carrozzeria in vetroresina.

Per il nuovo millennio Horst decise di realizzare una nuova coupè avvalendosi della collaborazione della Eckard Design AG, una delle più importanti aziende indipendneti che coopera con numerosi brand automobilistici ed aeronautici per lo sviluppo e la progettazione di nuovi veicoli.

Il risultato di questa cooperazione fu la GT/C esposta presso il salone automobilistico di Ginevra del 2001 e costruita in unico esemplare.

Basata sul telaio in acciaio della Opel Omega B, la vettura presentava una carrozzeria in vetroresina che mescolava il design delle contemporanee Ferrari ed Aston Martin in unica soluzione.

Come motore venne installato un Opel Y32SE V6 3.2 24V gestito da un cambio automatico a quattro rapporti ed abbinato alla trazione posteriore.

In grado di erogare la potenza di 218 cv con 290 Nm di coppia, il motore permetteva alla GT/C di raggiungere la velocità massima di 250 km/h con accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi.

VERDETTO

Prevista per essere venduta al prezzo di 179.300 Marchi, non vennero trovati finanziatori per la produzione in serie e la società chiuse definitivamente nel 2003.

Grazie a Valentina Zanola e Alessandro Renesis per la cooperazione

Loading...
Loading...
New Love food? Try foodtribe.

Join in

Loading...
Comments (0)
    Loading...
    Loading...
    Loading...
    0
    Loading...