- La Lotus 25

Una sera Colin Chapman era a cena con il progettista Mike Costin e , discutendo del più e del meno, ebbe l'illuminazione di realizzare una vettura da Formula 1 dotata di una configurazione monoscocca proprio come De Tomaso aveva fatto precedentemente in Formula 3.

La sezione frontale

La sezione frontale

Tale soluzione venne poi applicata alla 25 del 1962, la quale era dotata di un propulsore Coventry-Climax FWMW V8 1.5 da 195 cv di potenza e di un particolare abitacolo che consentiva al pilota di sdraiarsi letteralmente al suo interno, in maniera tale da ridurre ancora di più la resistenza aerodinamica del mezzo.

La sezione laterale

La sezione laterale

Come piloti per la stagione 1962 vennero ingaggiati Jim Clarck e Trevor Taylor, e fu proprio il pilota di Kilmany a conquistare i GP di Belgio e Stati Uniti che gli permisero di lottare contro Graham Hill per il titolo mondiale.

L'abitacolo

L'abitacolo

Il 1963 fu però l'anno della consacrazione sia di Clarck che della Lotus in quanto, con la vittoria nei Gran Premi del Belgio, dei Paesi Bassi, di Gan Bretagna, d'Italia , del Sudafrica e del Messico, entrambi conquistarono il titolo iridato.

Lo schema tecnico

Lo schema tecnico

Nel 1964 il risultato fu nuovamente sfiorato con tra vittorie, ma all'ultimo Gran Premio un guasto meccanico tolse al pilota britannico di ottenere un nuvo titolo mondiale.

Highlights del GP del Belgio del 1963

Loading...

Highlights del GP dei Paesi Bassi del 1963

Loading...

Highlights del GP d'Inghilterra del 1963

Loading...

Highlights del GP del Messico del 1963

Loading...

Grazie a Valentina Zanola e Alessandro Renesis per la cooperazione

Loading...
Loading...
New Love food? Try foodtribe.
Loading...
Loading...
Loading...
0
Loading...