- La Maserati 450S

Dopo la seconda posizione ottenuta nel World Sportscar Championship del 1956 con la 300S la Maserati decise di realizzare per l'anno successivo una nuova vettura più prestazionale.

La sezione frontale

La sezione frontale

Progettata da Vittorio Bellentani e Guido Taddeucci, la nuova 450S era basata su di un telaio tubolare ricoperto da una carrozzeria in alluminio disegnata da Valerio Colotti mentre per le sospensioni adottava uno schema a doppi quadrilateri e molle elicoidali.

La sezione laterale

La sezione laterale

Come propulsore venne montato un V8 4.5 da 400 cv gestito da un cambio manuale ZF a cinque marce ed abbinato alla trazione posteriore.

La sezione posteriore

La sezione posteriore

In grado di raggiungere i 320 km/h la vettura si impose nella 12 Ore di Sebring e nel GP di Svezia, ma i ritiri avvenuti negli altre corse valide nel mondiale la fecero infine riconfermare seconda nuovamente alle spalle della Ferrari.

La vittoria della 450S alla 12 Ore di Sebring del 1957

Loading...

Grazie a Valentina Zanola e Alessandro Renesis per la cooperazione

Loading...
Loading...
New Love food? Try foodtribe.
Loading...
Loading...
Loading...
0
Loading...