MERCEDES-BENZ W124 : 35 ANNI DI MACHINUNI ELABORATI

Ecco alcune delle sue migliori elaborazione a trentacinque anni dal suo lancio sul mercato

41w ago

424

Nel 1984 la Mercedes-Benz presentò a Siviglia la nuova W124, la quale aveva il compito di porsi a metà strada nel listino tra la 190 e la Classe S.

La Mercedes-Benz E500, apice della gamma della W124

La Mercedes-Benz E500, apice della gamma della W124

Divenuta in seguito famosa come il primo modello della Classe E, la vettura è stata usata da diversi elaboratori come base per i propri modelli ad alte prestazioni durante il suo arco produttivo durato fini al 1997.

BRABUS E500 V12 6.9

Come era facile aspettarsi, la Brabus si cimentò nella preparazione della W124 potenziando diversi esemplari della E 500 di terza generazione non appena questa venne resa disponibile nel 1993.

La sezione frontale

La sezione frontale

Prodotte fino al 1995 e riconoscibili per i nuovi cerchi in lega, le vetture implementavano un nuovo propulsore V12 6.9 gestito da un cambio automatico a quattro rapporti.

La sezione posteriore

La sezione posteriore

In grado di erogare la potenza di 509 cv con 710 Nm di coppia , il motore riusciva a spingere la vettura fino alla velocità massima di 286 km/h con accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi.

TOMMYKAIRA M30E

Stranamente, una W124 fu la seconda vettura elaborata nella storia del famoso elaboratore nipponico Tommykaira , il quale si era inizialmente proposto di potenziare mezzi della Silver Arrow prima di volgersi completamente al potenziamento di veicoli giapponesi.

La sezione frontale

La sezione frontale

Basata su di una 300E del 1988 di prima serie e costruita in unico esemplare, la nuova M30E era riconoscibile per le decalcomanie dedicate, i nuovi cerchi in lega e per il nuovo body kit aerodinamico.

La sezione posteriore

La sezione posteriore

Grazie al montaggio di un filtro dell'aria sportivo e di un nuovo impianto di scarico in acciaio inox, la potenza del propulsore M103 3.0 venne aumentata da 188 a 230 cv.

AMG 300E 6.0 HAMMER

Il vero capolavoro fu però quello che realizzò nel 1987 l'AMG, che all'epoca ancora non era stata acquisita dalla Mercedes-Benz.

La sezione frontale

La sezione frontale

Basandosi su una 300E venne costruita la nuova Hammer 6.0, variante ad alte prestazioni prodotta fino al 1993 in dodici esemplari che era riconoscibile per il nuovo body kit e per i nuovi cerchi in lega.

La sezione laterale

La sezione laterale

Il motore originale venne sostituito con un V8 6.0 gestito da un cambio automatico a quattro rapporti che era in grado di generare la potenza di 385 cv con coppia di 550 Nm, permettendo alla vettura un accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,6 secondi con velocità massima di 303 km/h.

VERDETTO

L'AMG 6.0 Hammer è un autentica istituzione delle auto elaborate e mi fa innamorare ogni volta che la vedo, ma qual'è la vostra versione preferita?

Grazie a Valentina Zanola e Alessandro Renesis per la cooperazione

Loading...
Loading...

Join In

Comments (0)

    Loading...
    Loading...
    0