Era il 1999 quando la prima Pagani Zonda C12 uscì dalla fabbrica di San Cesario sul Panaro e vent'anni dopo la supercar progettata da Horacio Pagani è ancora una delle più apprezzate dagli appassionati di tutto il mondo nelle sue varie versioni.

PAGANI ZONDA C1

Progettata a partire dal 1988, dopo varie vicissitudini la C12 vide la luce solamente nel 1999 quando venne presentata al salone automobilistico di Ginevra.

La sezione frontale

La sezione frontale

Furono fondamentali per la creazione del mezzo sia la Dallara che concesse la propria galleria del vento per gli studi aerodinamici che la profonda amicizia che legava Horacio Pagani con il campione di Formula 1 Juan Manuel Fangio.

La sezione laterale

La sezione laterale

Fu infatti il 5 volte campione del mondo di Formula 1 a convincere la Mercedes-Benz ha fornire i propulsori per motorizzare la vettura che prese il nome dal vento caldo che soffia nelle pampas argentine.

La sezione superiore

La sezione superiore

Basata su di un telaio monoscocca in fibra di carbonio, la vettura implementava un propulsore Mercedes-Benz M120 V12 6.0 gestito da un cambio manuale a sei rapporti ed accoppiato alla trazione posteriore.

Il propulsore Mercedes-Benz M120 6.0

Il propulsore Mercedes-Benz M120 6.0

In grado di generare la potenza di 394 cv con 550 Nm di coppia, il motore riusciva a spingere la C12 fino alla velocità massima di 330 km/h con accelerazione da 0 a 100 km/h in 4 secondi secchi.

L'auto venne costruita in soli 5 esemplari al prezzo di 320.000 $ prima di essere sostituita nel 2001 dalla nuova C12 S.

Descrizione tecncia della Pagani Zonda C12

Loading...

PAGANI ZONDA C12 S

Quell'anno infatti la Pagani , desiderosa di rendere la sua C12 una vera supercar, fece richiesta alla AMG di fornirle diversi motori M120 V12 7.0 elaborati per erogare la potenza di 550 cv.

La sezione frontale

La sezione frontale

Grazie al peso ridotto di 10 kg con il montaggio di nuove componenti come lo scarico in titanio, la S riusciva a raggiungere la velocità massima di 335 km/h con accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi.

Lasezione laterale

Lasezione laterale

Sempre grazie all'apporto dell'AMG anche il design esterno venne rivisto utilizzando delle soluzioni tecniche applicate sulle McLaren da Formula 1.

PAGANI ZONDA C12 S 7.3

La produzione della C12 S si arrestò nel 2003 dopo 15 esemplari costruiti, in quanto ne venne approvata la realizzazione di una variante ulteriormente potenziata che prese il nome di C12 S 7.3 e venne costruita fino al 2005.

La sezione frontale

La sezione frontale

Realizzata in 17 esemplari, era dotata di un nuovo motore M120 V12 7.3 da 555 cv con 750 Nm , potenza che permetteva alla vettura di arrivare alla velocità di punta di 350 km/h con un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h ridotto a 3,6 secondi.

La sezione posteriore

La sezione posteriore

Questa fu la prima Pagani ad essere fornita di Traction Control e ABS per rendere più gestibile il mezzo viste le alte prestazioni raggiunte.

Test Drive della Pagani Zonda C12 S 7.3

Loading...

PAGANI ZONDA C12 S 7.3 MONZA

Prima di essere sostituita dalla Zonda F, la C12 arrivò al suo apice tecnologico con un modello speciale creato appositamente per un cliente statunitense che ne fece richiesta.

La sezione frontale

La sezione frontale

Si trattava della C12 Monza, vera e propria auto da competizione omologata per la circolazione stradale fornita di numerosi accorgimenti derivati dalla Zonda GR da gara.

La sezione posteriore

La sezione posteriore

Il propulsore M120 V12 7.3 era il più potente mai montato sulla C12 in quanto era stato potenziato per erogare la potenza di 600 cv , garantendo una velocità massima di 355 km/h con accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi.

L'Abitacolo

L'Abitacolo

Fornita di un tetto in fibra di carbonio, di un nuovo spoiler posteriore, di cerchi in lega Speedline e di un nuovo diffusore la Monza implementava anche un roll-bar di sicurezza per aumentare la rigidità del telaio , nuovi freni a disco e sospensioni sportive irrigidite.

VERDETTO

E' veramente difficile scegliere quale Zonda C12 preferisco in quanto tutte sono esempi di pura arte automobilistica, ma l'originale forse mi aggrada di più per la carica innovativa che portò nel mondo dell'automotive. E voi quale preferite?

Loading...

Grazie a Valentina Zanola e Alessandro Renesis per la cooperazione

Loading...
Loading...

New Love food? Try foodtribe.
Loading...
Loading...
Loading...
2
Loading...