Loading...

Renault Captur si rinnova nell'estetica e nei contenuti

6w ago

594

Agli appassionati di auto non piacciono granché le crossover perché vengono ritenute un po' blande quindi la prima cosa che mi sento di dire riguardo alla nuova Captur che vedete in foto è che sono stati fatti dieci passi avanti nel design. E' più muscolosa, ha più personalità e trasmette una maggiore sensazione di ricercatezza.

Captur, il crossover SUV più compatto presente in gamma Renault, fu presentato nel 2013 e da allora ne sono stati venduti oltre 1,2 milioni di unità che non sono poche. Le crossover potranno non essere evocative come altri tipi di auto ma sono linfa vitale per le case auto, soprattutto in questo periodo storico in cui il mercato viene di fatto direzionato dal legislatore. Quindi ben venga la Captur che con le sue vendite inietta liquidità che serve poi a sviluppare Mégane e Clio RS, ad esempio, o la Alpine. Al nuovo design più dinamico si abbiano alcune nuove tinte fra cui Arancione Atacama, Rosso Passion, Blu Iron e il Nero Ametista dedicato per la versione INITIALE PARIS. Ci sono nuovi gruppi ottici, nuovi fari a LED e nuovi cerchi da 18 pollici. Anche il tetto è personalizzabile con tinta a contrasto fra cui Nero Etoilé, Arancione Atacama, Bianco Puro e Grigio Magnete.

Per gli interni la Captur viene rivoluzionata con lo stesso tipo di cockpit sdoganato con la nuova Clio, con un nuovo display da 9,3'' con navigatore, integrazione smartphone e vari dispositivi di assistenza alla guida e sicurezza. A questo si aggiunge anche un nuovo display da 10,2'' davanti al guidatore che sostituisce la tradizionale strumentazione analogica. Non cambiano solo i display perché in realtà tutto, dalla selleria e ai rivestimenti delle portiere è nuovo e personalizzabile.

La Captur è disponibile nella versione speciale INITIALE PARIS, disponibile anche per Talisman, Clio, Scénic, Koleos e Espace. Si tratta di una versione dedicata al design con tinta Nero Ametista, dettagli cromati, cerchi diamantati Black da 18 pollici.

La nuova Captur sarà disponibile con diverse motorizzazioni sia diesel, con potenze da 95 a 115 cv, che benzina, con potenze da 100 a 155 cv. A questo si aggiunge il sistema ibrido E-TECH, la Captur è la prima auto del gruppo dotata di questo propulsore. Si tratta di un ibrido plug-in e Renault ha utilizzato tutta l'esperienza accumulata in F1 per produrre questo 1.6 litri benzina abbinato a due motori elettrici, con batteria da 9,8 kWh che permette di viaggiare fino a 45 km e fino a 135 km/h in modalità solo elettrica.

Dal punto di vista dei contenuti la Captur è sempre stata un'auto valida. E' certamente una scelta razionale e logica molto più che passionale ma queste auto sono create per questo. Quel che la nuova Captur tenta di fare è aggiungere carattere a questa formula, tentando di distinguersi in un segmento super affollato e super competitivo.

Loading...
Loading...
2
Loading...