- Il Severn Valley Motorsport Qashqai R

SVM QASHQAI R : IL LATO OSCURO DEL QASHQAI

Nel 2014 il preparatore SVM realizzò una variante estremamente prestazionale della Nissan Qashqai

38w ago

524

In questa giornata post natalizia vi parlerò di una Qashqai che non ha nulla a che fare con la normale crossover pratica e totalmente inadatta alla guida sportiva. Giusto per far capire di cosa stiamo parlando, ci metto solo un numero: 1150 che non sono gli euro necessari ad acquistare un kit simil-sportivo (tipo il kit Nismo da installare sulla Juke) e non sono nemmeno i litri della cubatura del bagagliaio con i sedili abbattuti. 1150 sono i cavalli pronti a scalpitare sotto il cofano di questo Mostro (con la M maiuscola) costruito dai ragazzi della britannica Severn Valley Motorsport, esperti nelle modifiche sul modello di punta della Nissan. Solo che qui si sono spinti oltre la normale concezione di tuning, dando vita a qualcosa di unico.

La sezione frontale

La sezione frontale

Dalla foto si capisce che non è una Qashqai qualunque, complice anche la pronunciata nervatura sul cofano e la gigantesca presa d'aria integrata nel paraurti anteriore che serve a mandare aria all'incredibile bocca di fuoco di questo modello unico. A ciò si uniscono anche i giganteschi (in proporzione al mezzo) cerchi della Nissan GT-R in una tinta nera che esalta la cattiveria del mezzo, ai limiti dell'aggressività spudorata.

La sezione laterale

La sezione laterale

Per dare vita a un mezzo così assurdo, il donatore non poteva essere che uno, ossia una Nissan GT-R, da cui è stato ripreso ogni singolo componente di base, a cui sono state apportate delle modifiche tali da poter sostenere una potenza così elevata nonostante sia stato modificato il pianale in maniera a dir poco radicale, dato il risultato finale. Questo modello è stato equipaggiato con delle Michelin Pilot Sport Cup 2 da 265/35/20, freni da 390mm e l'ago della bilancia si è fermato a quota 1820 kg.

La sezione posteriore

La sezione posteriore

A livello di interni, troviamo che l'elettronica di bordo è ovviamente ripresa da una Nissan GT-R, con il software di visualizzazione dei dati di potenza, coppia e di tutti i vari componenti (originariamente sviluppati da Kazunori Yamauchi in persona, il padre della serie Gran Turismo) opportunamente rivisto per far fronte ai nuovi valori che può raggiungere il motore così modificato. C'è una perfetta integrazione dei vari elementi con la plancia, dato anche che tutti gli strumenti sono rivolti verso il conducente (cosa che non era possibile nella Qashqai originale) in modo da renderlo partecipe totalmente dell'esperienza di guida. Ciò che salta all'occhio è sicuramente la coppia di sedili anteriori con profilo a guscio, per contribuire a dare un'impronta di sportività al veicolo.

Il propulsore VR38DETT

Il propulsore VR38DETT

E qui arriviamo al pezzo forte della SVM Qashqai R: il motore. Come detto, la base è tratta da una Nissan GT-R (R35). Il motore è ovviamente il 3.8 V6 biturbo siglato VR38DETT, opportunamente rivisto per funzionare a etanolo, ma soprattutto per sprigionare ben 1150 cavalli, una potenza che è appannaggio di hypercar come Koenigsegg Agera R, Hennessey Venom e Zenvo ST1. Solo che questa potenza assurda è racchiusa nella scocca di una Qashqai. In pratica è roba che farebbe impallidire la DeLorean attrezzata a macchina del tempo nella saga di "Ritorno al futuro". Quei 1150 cavalli sono capaci di mandare indietro nel tempo questo mostro e chi all'interno. Infatti i dati dichiarati sono da fantascienza, almeno per un veicolo basato su una crossover (ma che ne riprende solo la scocca): l'ago del cronometro per lo 0-100 km/h è stato fissato su un tempo che è imbarazzante, 2,7 secondi netti! La McLaren P1 arriva a 100 km/h da fermo in 2,8 secondi, giusto per fare un esempio. Un'accelerazione tale, per un mezzo così, non si spiega con la fisica normale, bisogna entrare nel ramo quantistico! La velocità massima, invece è stata limitata a "soli" 322 km/h, che, per un'auto così, è un valore a dir poco assurdo.

Grazie a Pietro di Spaldro e alla Throttle Addicted per la cooperazione

Loading...

Join In

Comments (0)

    Loading...
    Loading...
    0