Una serata con il "tire_slayer_racing_club"

Parte tutto da un semplice messaggio: "Hey stasera chi viene a fare un giro??". Non ho neppure il tempo di inviare la risposta che sono già seduto in macchina con il motore acceso che fa leggeri scoppiettii per il freddo. Aspetto che la saracinesca del garage arrivi a battuta, il pomello del cambio in acciaio è freddo da impugnare, ingrano la retro; spero di non destare troppa attenzione mentre esco avvolto da una cortina di fumo rosso che aumenta sempre di più ogni volta che sfioro il pedale dell'acceleratore. Cerco la canzone adatta al momento...eccola!:" Odyssey" dei No Wyld. Adesso si che ci siamo! Cambio marcia sui 2500 giri mentre aspetto con impazienza che piccola lancetta della temperatura segni i 90°. Arriva un altro messaggio... "Appuntamento al Beyfin", un benzinaio in zona industriale.

Il gruppo non tarda ad arrivare, sono gli amici di sempre, ci siamo conosciuti gareggiando con gli scooter sui passi di montagna sopra la nostra città cercando di imitare i grandi con le loro 600cc. Passavamo intere giornate ad ammirare i bikers sfidarsi per tutta la montagna, sperando un giorno di poterlo fare anche noi. E' il momento di muoverci, la notte non si ferma ad aspettare e noi dobbiamo approfittarne.

Balzo subito in auto e parto; sento il rauco rumore dei due 1.4 turbo che mi pedinano, dopo qualche cambiata sembrano essersi allineati tra di loro come il coro d'un orchestra.

Ha piovuto tutta la mattinata ed ora la strada è sdrucciolevole al punto giusto, vedo una rotatoria che si avvicina sempre di più, scalo in quarta marcia e cerco il tasto per disinserire il controllo di trazione; lo tengo premuto per quei lunghi secondi nell’attesa che la spia di segnalazione mi appaia, eccola…! Ormai ci sono quasi...! Scalo ancora…terza, seconda…allargo la traiettoria e do un piccolo colpo di frizione senza sfiorare il pedale del gas. Sono in quel magico momento in cui si vuole perdere il controllo e allo stesso momento averlo. Dopo qualche correzione mi sento un tutt’uno con la mia auto; ho la sensazione di viaggiare su una rotaia. Vedete, la BRZ non si comporta come ci si aspetterebbe, non è un "serial killer" che attende vi facciate prendere la mano per pugnalarvi alle spalle piuttosto, è come una "giovane killer" alle prime armi in attesa dell'occasione giusta per uccidere ma, quando questa si presenta, non se la sente e la lascia scappare. Se capisci questo puoi approfittartene ed esagerare; il trucco sta nel dirgli chi comanda!

Play video
0:26

Dopo qualche traverso è giunta l'ora di fare sul serio, è mezzanotte passata, il traffico si è snellito e la montagna ci chiama, iniziamo a risalire il passo tutti e tre in fila come si vede in quei video "JDM" insomma stiamo facendo un "TOUGE". Le gomme stridono ad ogni curva, le 4 frecce delle Abarth si accendono ad ogni staccata indicando la frenata di emergenza; abbasso il finestrino per sentire tutti i 480cv che le tre auto erogano insieme. E' incredibile! Il silenzio della montagna che si scontra con il rimbombare dei motori, attraverso scalate, doppiette e accenni di ritorni di fiamma..."essenza della gioia "

Play video
0:15
Play video
0:17

Join in

Comments (0)

    YOU MIGHT ALSO LIKE

    The story of this paralyzed war veteran petrolhead will get you in the feels
    Performance car bargains for less than £5000
    Rush hour heroes